mercoledì 20 marzo 2019

Made in Sud già spopola, l'appuntamento dei comici: "Amichi, ci becchiamoci lunedì su Rai2"


Ridere fa bene alla salute, e lo sanno certamente anche gli oltre 2 milioni di telespettatori che hanno seguito le prime tre puntate di Made in Sud. Ad ogni appuntamento lo share del programma comico di Rai2 sale a discapito della programmazione di tutto rispetto delle reti ammiraglie: un sentito calo di ascolti per il Nome della rosa su Rai1, mentre si difende l’Isola dei famosi su Canale 5. Ma il ritorno del divertente format, giunto ormai alla sua tredicesima edizione, sta facendo davvero tanto rumore.

Vola alto anche sui social con le storie dei protagonisti: l’input di Stefano De Martino e dei suoi quattro milioni di followers su Instagram probabilmente ha dato una forte scossa, ma la bravura degli autori e degli interpreti tiene il passo, e anzi talvolta lo supera a suon di risate. E anche l’ex ballerino di Amici nella nuova veste di presentatore non sfigura affatto accanto alla spumeggiante Fatima Trotta, una vecchia guardia.

Fra i più apprezzati dal pubblico gli storici Ditelo voi con i nuovi sketch, la new entry Francesco Paolantoni insieme a Antonio D’Ausilio in versione padre-figlio alle prese con i social e il mondo virtuale, ma anche i siciliani Matranga e Minofò con Gianni lattore e gli altri ospiti dell’estremo Sud passando per le interruzioni gagliarde di Peppe Iodice e Biagio Izzo senza dimenticare la simpatia di Mariano Bruno, che tra Roberto Bollicine, Salvatore l’umile e Carletto il galletto cavalca l’onda del successo. Riscuote approvazioni anche il nuovo personaggio di Francesco Albanese, Delio l’escort, già imitato fra i più giovani con il suo “Ci sentiamoci”.

Tra tutti i grandi nomi di Made in Sud arriva anche una voce dal Nord, la signora Olga alias Max Cavallari, pronta a smentire i soliti luoghi comuni sul Meridione. Di tutto questo si può certamente ritenere soddisfatto il papà di Made in Sud, Nando Mormone, per un format che sta raccogliendo un grosso consenso di pubblico in tutta Italia. “Vogliamo superare noi stessi puntata dopo puntata”, è il motto dei protagonisti dietro le quinte del programma. È per questo ogni settimana continuano le prove agli studi Rai e al teatro Tam di Napoli, testando le novità. E per ora ci stanno riuscendo: dal 9,3 per cento di share della prima puntata al 9,9 della terza c’è già un’evidente crescita di ascolti. I numeri parlano chiaro, Made in Sud è già un successo.