Ticker

6/recent/ticker-posts

Israele prende Gaza City ovest. ‘Spari dentro l’ospedale Al-Shifa’ – Notizie


23:13

Raid aereo su Khan Yuonis, dieci morti

In un attacco aereo condotto dalle forze israeliane questa sera a est di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza, sono morte 10 persone, tra cui bambini. Lo riferisce Al Jazeera citando testimoni, resoconti dei media palestinesi e un giornalista di Al Jazeera, secondo cui l’attacco ha colpito una casa di famiglia ad al-Qarara. Un video visualizzato da Al Jazeera mostra alcuni dei morti, tra cui una ragazzina e un neonato, nell’ospedale pediatrico di al-Nasr. L’attacco è avvenuto il giorno dopo che l’esercito israeliano ha lanciato volantini su al-Qarara e dintorni avvertendo i residenti di evacuare verso “rifugi conosciuti”.

22:50

Raid israeliano a Jenin, in Cisgiordania

Le forze israeliane stanno conducendo un “grande raid” nella città di Jenin e nel campo profughi di Jenin, in Cisgiordania. Lo riferisce Al Jazeera online citando il vicegovernatore di Jenin, Kamal Abu al-Roub, secondo cui le forze israeliane “hanno preso d’assalto il campo con dozzine di veicoli, inclusi enormi bulldozer”. Ha detto che le interruzioni di corrente sono prevalenti nel campo e anche in altre parti della città, poiché sono in corso scontri tra soldati israeliani e palestinesi. Secondo testimoni, veicoli israeliani hanno circondato il campo dai lati orientale e occidentale. Si possono sentire anche sporadiche esplosioni.

20:28

Hamas, se il nemico vuole una lunga guerra siamo pronti

“Se il nemico vuole che la battaglia sia lunga, la nostra capacità è ancora più lunga”, ha affermato Ismail Haniyeh, capo dell’Ufficio politico di Hamas, dicendosi inoltre fiducioso nella capacità dei palestinesi di sopravvivere all’offensiva israeliana su Gaza e di uscirne vittoriosi. Nonostante i “barbari” attacchi israeliani, il popolo palestinese ha sventato i piani di Israele, ha detto Haniyeh, secondo quanto riferisce Al Jazeera online. “Il nemico non è stato in grado di raggiungere nessuno dei suoi obiettivi o di ottenere la restituzione dei suoi prigionieri, se non al prezzo deciso dalla resistenza”, ha detto ancora.

20:24

‘Usa-Ue per forza peacekeeping Onu a Gaza dopo la guerra’

Gli Stati Uniti e gli alleati europei stanno spingendo un piano per il dispiegamento di una forza internazionale di peacekeeping a Gaza dopo la guerra. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali pur essendoci dubbi sul piano e riconoscendo che Israele sarebbe scettico, gli Usa e l’Ue ritengono che anche solo discutere l’idea possa spingere Israele a pensare di mettere fine alla sua campagna e considerare cosa potrebbe esserci dopo. Le discussioni al riguardo, centrate intorno al consiglio di sicurezza dell’Onu, restano preliminari e rispondono in parte alle crescenti richieste di cessate il fuoco.

20:04

Onu, i civili di Gaza rischiano la morte per fame

I civili di Gaza rischiano di morire fame poiché cibo e acqua sono diventati “praticamente inesistenti”. Lo afferma il Programma alimentare mondiale dell’Onu (Pam). “Con l’inverno che si avvicina velocemente, i rifugi insicuri e sovraffollati e la mancanza di acqua pulita, i civili si trovano ad affrontare l’immediata possibilità di morire di fame”, ha detto in una nota la direttrice esecutiva del Pam, Cindy McCain.

19:30

Trovato il corpo di un ostaggio vicino a Shifa

Il corpo di una donna ostaggio di Hamas di 65 anni è stato trovato dai soldati israeliani in una struttura vicino l’ospedale Shifa di Gaza City. Lo ha fatto sapere il portavoce militare secondo cui la donna – che era malata di tumore – si chiamava Yehudit Weiss ed era stata rapita nel kibbutz di Beeri. La israeliana Yehudit Weiss, presa in ostaggio da Hamas il 7 ottobre, ”e’ stata uccisa dai terroristi”. Lo ha affermato il portavoce militare Daniel Hagari. Il suo cadavere, ha precisato, e’ stato recuperato dai soldati ”in un edificio nell’area dell’ospedale Shifa” di Gaza. Accanto c’erano le armi dei suoi custodi. I funerali della donna si svolgeranno in Israele. ”Nell’ospedale Shifa – ha aggiunto Hagari – abbiamo trovato un veicolo di Hamas che doveva partecipare all’attacco del 7 ottobre. Dentro c’erano mezzi di combattimento. Un veicolo di terroristi – ha ribadito – con armi, in un ospedale”.

19:04

Hamas, nell’ospedale Shifa una messinscena di Israele

I soldati israeliani hanno orchestrato una messa in scena all’ospedale Shifa a Gaza, mostrando armi, munizioni, computer e uniformi militari sugli scaffali delle corsie come se fosse un supermercato. Lo riferisce l’ufficio stampa di Hamas in un comunicato in cui denuncia i ripetuti atti di terrorismo compiuti dai soldati israeliani attorno e dentro all’ospedale Shifa.

17:35

Morto soldato, Hamas rivendica attentato in Cisgiordania

Un soldato israeliano di 20 anni è rimasto ucciso oggi in un attentato condotto ad un posto di blocco presso Betlemme (Cisgiordania) da 3 palestinesi armati che sono stati colpiti a morte nello scontro a fuoco. Lo ha reso noto l’esercito. Nell’attacco sono rimasti feriti altri 5 israeliani. La radio pubblica Kan ha intanto riferito che Hamas ha rivendicato la paternità dell’attacco. Uno dei suoi esecutori era il figlio di Abdallah Kawasmeh, leader militare di Hamas ucciso da Israele nel 2003, nella seconda Intifada. Secondo la polizia i tre attentatori progettavano di raggiungere Gerusalemme in automobile per compiervi una strage.

16:51

Gallant,’presa Gaza City ovest, ora nuova fase operazione’

L’esercito israeliano ha completato la “cattura e il rastrellamento della parte occidentale di Gaza City”. Lo ha detto il ministro della difesa Yaov Gallant secondo cui l’operazione terra dell’esercito si “sta muovendo verso la fase successiva”. Sull’ospedale Shifa Gallant – che ha visitato un Comando dell’esercito- ha confermato che sono state trovate “prove significative”, ma non ha dettagliato oltre. “L’operazione continua – ha aggiunto – ed è condotta in maniera precisa, selettiva ma molto determinata”.

16:38

Mezzaluna rossa, ‘ospedale Al-Ahil a Gaza sotto assedio’

L’ospedale Al-Ahil nella Striscia di Gaza è attualmente sotto assedio da parte dei carri armati israeliani, ha segnalato la Mezzaluna Rossa palestinese in una dichiarazione su Facebook. L’organizzazione ha denunciato che le loro equipe non sono in grado di muoversi per raggiungere e curare i feriti.

16:16

Idf, ‘informazioni chiare su Shifa, ostaggi e rete tunnel’

L’esercito israeliano (Idf) ha fatto sapere di avere “informazioni chiare” che indicano una connessione tra l’attività di Hamas nello Shifa e gli ostaggi, così come “nuove prove” che rivelano una rete di tunnel della fazione islamica sotto il complesso ospedaliero. In uno dei pc – ha aggiunto inoltre – è stata trovata una immagine della soldatessa Ori Megidish – poi liberata- scattata prima di essere catturata. L’esercito ha aggiunto che i soldati sono al lavoro per scoprire “la rete sotterranea”.

15:58

‘Interrotti tutti i servizi di telecomunicazioni a Gaza’

Tutti i servizi di telecomunicazione nella Striscia di Gaza sono stati interrotti a causa dell’esaurimento di tutte le fonti di energia che sostenevano la rete: lo hanno dichiarato le principali società di telecomunicazioni di Gaza, Paltel e Jawwal, in un comunicato, come riportano i media internazionali.

15:49

Israele, razzi Hamas nascosti sotto lettino di bimba a Gaza

Hamas non ha esitato a nascondere razzi anche sotto il letto di una bambina palestinese di Beit Hanun, nel nord della striscia di Gaza. Lo afferma il portavoce militare israeliano secondo cui in un appartamento ispezionato oggi dai soldati, dietro ad una porta su cui era scritto ‘Baby Girl’, c’era un lettino sotto al quale erano celati gli armamenti di Hamas. Il portavoce ha riferito inoltre della registrazione di una telefonata fra due membri della Jihad islamica in cui essi affermano di aver spostato armi utilizzando il passeggino di un bambino.

15:16

Testimone a Bbc, ‘soldati Israele sparano dentro lo Shifa’

Un testimone oculare, il giornalista Khader che è dentro Al-Shifa, ha detto alla Bbc che i soldati israeliani hanno aperto il fuoco dentro la struttura. “I soldati sono ovunque, sparano in tutte le direzioni”, ha detto l’uomo aggiungendo che i soldati hanno distrutto la parte meridionale del muro dell’edificio e decine di automobili. La Bbc chiarisce di non essere in grado di verificare in modo indipendente.

15:09

Israele, esercito ancora all’opera nell’ospedale Shifa

I soldati israeliani stanno ancora operando nel complesso dell’ospedale Shifa con operazioni “focalizzate” nei vari edifici e in ogni piano. Nel nosocomio ci sono ancora pazienti e personale ma l’esercito ha fatto sapere che sta operando “con discrezione, pazienza e completezza”. “La consapevolezza – riferiscono – è che ci sono molte più infrastrutture terroristiche nell’area del complesso che sono ben nascoste”. Finora sono state trovate “armi e materiale di intelligence, comprese informazioni relative agli attacchi di Hamas del 7 ottobre”. E computer con immagini e video degli ostaggi.

14:52

Hamas, ‘raid Israele ha distrutto reparti medici a Shifa’

Il ministero della Sanità di Hamas ha affermato che Israele ha “distrutto” alcuni dipartimenti medici in un raid nell’ospedale di al-Shifa nella Striscia di Gaza.

13:44

Ministero Sanità Anp,a Shifa manca acqua e cibo per malati

Il ministero della Sanità dell’Autorità nazionale palestinese (Anp) sostiene che 26 ospedali a Gaza sono stati chiusi e altri nove sono solo parzialmente operativi. Lo riporta Haaretz. Il ministero lancia l’allarme su Al Shifa, dove è ancora in corso l’operazione dell’esercito israeliano: “nell’ospedale non c’è né acqua né cibo né per i pazienti né per il personale”. Secondo il ministero, il numero dei palestinesi uccisi nella Striscia di Gaza fino a ieri è stato di 11.470, di cui 4.407 bambini. Il numero dei feriti è stimato a 29mila.

13:17

Borrell, ‘Israele non si lasci consumare dalla rabbia’

L’Alto rappresentante Ue Josep Borrell ha chiesto “il rilascio immediato e incondizionato” degli ostaggi in mano ad Hamas, ma ha chiesto anche a Israele di “non lasciarsi consumare dalla rabbia” nella sua battaglia con i militanti palestinesi nella Striscia di Gaza. “Chiedo il loro rilascio immediato e incondizionato”, ha detto Borrell durante una visita al kibbutz israeliano di Beeri colpito da Hamas negli attacchi del 7 ottobre. “Capisco le vostre paure e il vostro dolore… capisco la vostra rabbia. Ma lasciate che vi chieda di non lasciarvi consumare dalla rabbia.”

13:15

Portavoce Idf, foto e video ostaggi in pc trovati in Shifa

Il portavoce militare dell’Idf Jonathan Conricus ha detto che “foto e video” degli ostaggi sono state trovati sui computer portatili rinvenuti all’interno dell’ospedale al Shifa a Gaza City. Lo riporta l’emittente britannica Bbc che è potuta entrare nell’ospedale insieme a Conricus. “Abbiamo scoperto – ha spiegato il portavoce secondo la Bbc – molti computer e altre apparecchiature che potrebbero davvero far luce sulla situazione attuale, si spera anche per quanto riguarda gli ostaggi”. La Bbc ha tuttavia precisato di non aver potuto vedere le immagini contenute nei portatili.

13:03

Hamas, 200 medici e infermieri uccisi a Gaza dal 7 ottobre

Almeno 200 operatori sanitari sono stati uccisi nella Striscia di Gaza dal 7 ottobre. Lo affermano le autorità dell’enclave palestinese, secondo quanto riportato da Al Jazeera e rilanciato dalla Tass. Il bilancio delle vittime comprende medici, infermieri e paramedici. Un totale di 25 ospedali e 52 centri medici sono stati messi fuori uso dai pesanti bombardamenti israeliani sull’enclave, hanno detto ancora le autorità di Hamas, aggiungendo che un totale di 55 ambulanze sono state colpite dal fuoco israeliano.

12:22

Croce Rossa, a Gaza nord solo 5 ambulanze, altre distrutte

“In tutta la Striscia di Gaza c’erano 48 ambulanze della Mezzaluna Rossa, ne abbiamo perse 23 a causa di attacchi e bombardamenti, mentre per altre cinque manca il carburante: nel nord di Gaza, dove infuria la guerra, ne sono rimaste solo cinque, di cui due appena attaccate”. È quanto riferisce all’inviato dell’ANSA Giovanna Bizzarro, rappresentante italiana per la Croce Rossa in Palestina, attualmente impegnata all’interno della centrale operativa che coordina gli aiuti medici e umanitari da Ramallah. Nei giorni scorsi Israele ha accusato i miliziani di Hamas di servirsi delle ambulanze per spostarsi all’interno della Striscia.

“Abbiamo dislocato le 5 ambulanze che ci restano a nord di Gaza in punti strategici: avendo perso le comunicazioni con la centrale operativa sul territorio, che è stata smantellata, si procede ascoltando le urla di aiuto. Si continuano a ricevere chiamate al numero d’emergenza di cittadini intrappolati dalle macerie e gente bloccata in casa, ma spesso i nostri team non riescono a raggiungere le persone colpite”, riferisce all’inviato ANSA sul posto Giovanna Bizzarro.

11:51

Lapid, ‘Netanyahu è anello debole, persa fiducia cittadini’

“E’ giunto il momento: dobbiamo istituire un governo nazionale di ricostruzione”. Lo ha ribadito il capo della opposizione israeliana Yair Lapid in una serie di messaggi su X. “Il Likud lo guiderà, Netanyahu e gli estremisti saranno sostituiti: oltre 90 parlamentari – ha spiegato – saranno partner in una coalizione di recupero e riunione”. Per Lapid “l’anello debole è il governo, e soprattutto il premier”. “Netanyahu – ha insistito – ha perso la fiducia dei suoi cittadini, la fiducia della comunità internazionale e, cosa più grave, la fiducia del sistema di sicurezza”.

11:26

Israele, colpiti obiettivi di Hezbollah nel sud del Libano

L’esercito israeliano ha attaccato numerosi obiettivi di Hezbollah nel sud del Libano, incluse postazioni militari dell’organizzazione. Lo ha fatto sapere il portavoce militare aggiungendo che è stato colpito “un terrorista che operava in territorio libanese” non distante dall’area della cittadina di Shlomi sul versante israeliano.

11:25

Ambasciatore Palestina Onu, a Gaza genocidio, svegliatevi

L’ambasciatore della Palestina all’Onu Ibrahim Khraishi ha fatto oggi appello ai Paesi a ‘svegliarsi’ e a reagire per fermare ‘il genocidio israeliano’ sulla Striscia di Gaza. L’appello arriva in concomitanza della richiesta di un’inchiesta internazionale sui crimini di guerra avanzata dal responsabile per i diritti umani delle Nazioni Unite. “Dovreste svegliarvi in questa stanza. Questo è un massacro, un genocidio, e lo vediamo in tv. Non può continuare”, ha dichiarato l’ambasciatore palestinese a una riunione degli Stati membri delle Nazioni Unite a Ginevra.

11:11

Israele, ‘preso porto di Gaza, usato da Hamas per attacchi’

Soldati israeliani hanno preso il controllo del porto di Gaza usato da Hamas. Lo ha fatto sapere il portavoce militare secondo cui truppe della 118/a Brigata corazzata e dell’unità d’elite ‘Flotilla 13’ hanno “scoperto 10 imbocchi di tunnel e distrutto 4 strutture usate per il terrorismo, uccidendo 10 terroristi”. Hamas – ha aggiunto – ha usato il luogo, “mascherato da porto civile, come area per addestramento e conduzione di attacchi terroristici, il tutto utilizzando navi civili e della polizia portuale di Gaza”.

11:07

Onu chiede inchiesta internazionale su violazioni guerra

Il capo delle Nazioni Unite per i diritti umani Volker Turk ha denunciato le gravi accuse di violazione del diritto internazionale nella guerra tra Israele e Hamas, sostenendo la necessità di un’indagine internazionale. “Accuse estremamente gravi di violazioni multiple e profonde del diritto internazionale umanitario, chiunque le abbia commesse, richiedono indagini rigorose e piena responsabilità”, ha dichiarato Volker Turk in un briefing sulla situazione agli Stati membri delle Nazioni Unite, aggiungendo che “è necessaria un’indagine internazionale”.

Il diritto internazionale non è “un patto suicida”: lo ha sostenuto oggi l’ambasciatore israeliano presso le Nazioni Unite, nel replicare alla richiesta di un’inchiesta internazionale sulle violazioni del diritto umanitario, avanzata oggi dal responsabile per i diritti umani delle Nazioni Unite, Volker Turk.

09:04

Agguato in Cisgiordania, morti e feriti

Tre palestinesi armati sono stati colpiti dopo che avevano ferito sei civili israeliani in un agguato armato condotto all’ingresso di un tunnel nella zona di Betlemme, in Cisgiordania. Lo ha riferito il portavoce della polizia Eli Levy. Secondo i media, i tre sono stati uccisi. Le condizioni di uno dei feriti israeliani sono gravi, ha aggiunto Levy. La polizia ha fatto confluire rinforzi nella zona dell’attentato, nel timore che l’attacco non sia ancora concluso.

Secondo una prima ricostruzione riferita dalla radio pubblica Kan tre palestinesi giunti in automobile da Hebron (Cisgiordania meridionale) sono arrivati ad un posto di blocco militare e hanno aperto il fuoco da distanza ravvicinata con un fucile M-16 e con due pistole. Il personale di guardia ha risposto al fuoco e li ha uccisi. Artificieri hanno poi ispezionato la automobile, nel timore che ci fosse un ordigno. In seguito allo scontro a fuoco quatto militari ed agenti di sicurezza israeliani sono rimasti feriti. Uno di essi versa in condizioni gravi.

07:57

Israele, colpita la casa di Haniyeh, capo Hamas a Gaza

Aerei israeliani hanno colpito la scorsa notte la casa a Gaza di Ismail Haniyeh, capo dell’Ufficio politico di Hamas. Lo ha fatto sapere l’esercito, secondo cui la casa “era usata come infrastruttura del terrore e spesso ha ospitato riunioni dei leader di Hamas per dirigere atti terroristici contro civili e militari israeliani”. L’esercito ha aggiunto che nella presa del campo profughi di Shati i soldati hanno localizzato e distrutto un deposito di armi della forza navale di Hamas “contenente attrezzatura subacquea, ordigni esplosivi e armi”.

Le truppe – ha proseguito il portavoce riferendosi sempre all’operazione a Shati nel nord della Striscia – hanno anche “colpito i terroristi e localizzato armi tra cui cinture esplosive, barili esplosivi, lancia granate, missili anticarro, apparecchiature di comunicazione e documenti di intelligence.

07:31

Gaza: ucciso un altro dipendente Unrwa, il totale sale a 103

L’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa) ha reso noto che un altro suo operatore è stato ucciso in un attacco nel conflitto tra Hamas e Israele. La vittima si trovava nell’area di Gaza City. Dall’inizio delle ostilità, il 7 ottobre scorso, 103 “colleghi dell’Unrwa” hanno perso la vita (dato aggiornato al 14 novembre) nella Striscia, vale a dire il numero più alto di operatori umanitari delle Nazioni Unite uccisi in un conflitto nella storia dell’organizzazione, si legge in un comunicato.

07:24

Herzog, ‘Israele non lascerà un vuoto a Gaza, manterrà presenza’

Il presidente israeliano, Isaac Herzog, ha detto che Israele non può lasciare “un vuoto” nel dopo guerra a Gaza e che deve mantenere nel futuro una solida forza per impedire ad Hamas di riaffermarsi nell’enclave palestinese. “Se ci ritiriamo chi prenderà il comando? Non possiamo lasciare il vuoto. Dobbiamo pensare – ha spiegato in un’intervista al Financial Times – a quale sarà il meccanismo, ci sono molte idee che vengono proposte”. “Ma nessuno – ha aggiunto Herzog – trasformerà di nuovo Gaza in una base terroristica”.

07:23

Israele, morti altri 2 soldati in operazione a Gaza

L’esercito israeliano ha annunciato la morte di altri due soldati uccisi durate i combattimenti nella Striscia di Gaza. Il totale – secondo la stessa fonte – è ora di 50 dall’inizio dell’operazione di terra nell’enclave palestinese.

07:22

Auto contro barriere vicino ad ambasciata Israele a Tokyo

La polizia giapponese ha arrestato un uomo dopo un incidente stradale avvenuto verso le 11 ora locale (le 3 in Italia) vicino all’ambasciata israeliana a Tokyo, riferiscono i media locali. Riprese video mostrano una piccola automobile schiantata contro una recinzione a un incrocio a circa 100 metri dalla sede diplomatica. Un agente di polizia è rimasto leggermente ferito nell’accaduto. L’uomo arrestato sarebbe un cinquantenne membro di un gruppo di destra, secondo le prime informazioni disponibili.

07:21

Gaza: media palestinesi, vittime in raid su campo profughi

Due edifici residenziali nel campo profughi di Nuseirat a Gaza sono stati colpiti stamattina dalle forze israeliane provocando morti e feriti, secondo l’agenzia di stampa palestinese Wafa. Vittime si registrerebbero anche nella zona della Stazione di servizio centrale di Gaza, che ospita decine di sfollati.

07:21

Gaza: Hamas, uccisi 200 tra medici e infermieri da inizio guerra

Almeno 200 operatori sanitari sono stati uccisi nella Striscia di Gaza dal 7 ottobre, riferisce l’emittente Al Jazeera citando le autorità dell’enclave palestinese. Secondo il rapporto il bilancio delle vittime comprende medici, infermieri e paramedici. Un totale di 25 ospedali, 52 centri ospedalieri e 55 ambulanze sono stati messi fuori servizio dai bombardamenti israeliani sulla Striscia, secondo Hamas.

07:20

Gaza: Onu, ‘distrutto anche ultimo mulino, mancherà farina’

L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (Ocha) afferma che anche l’ultimo mulino rimasto a Gaza è stato colpito e distrutto. Secondo l’ultimo aggiornamento sul conflitto diffuso dall’Ocha, il mulino As Salam a Deir Al Balah è stato messo fuori uso ieri e la sua distruzione significa che la farina prodotta localmente non sarà più disponibile a Gaza nel prossimo futuro.

07:19

Gaza: Giordania, 7 nostri medici feriti in raid di Israele

Sette membri dello staff dell’ospedale da campo giordano nel nord di Gaza sono rimasti feriti in quello che il Ministero degli Esteri di Amman ha affermato essere stata un attacco aereo israeliano.

Il personale è stato colpito mentre prestava aiuto ai palestinesi feriti che erano arrivati all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale, ha detto ieri sera il ministro giordano Ayman Safadi in un’intervista con Isa Soares della Cnn. “Il nostro personale dell’ospedale da campo si è precipitato al pronto soccorso quando hanno visto diversi palestinesi che trasportavano persone ferite: quando è arrivato sono stati colpiti di nuovo e circa sette del nostro personale medico sono rimasti feriti”, ha detto Safadi aggiungendo che “molti altri palestinesi sono stati purtroppo uccisi e feriti”. La Cnn afferma di aver contattato le Forze di difesa Israeliane (Idf) per un commento all’accusa, ma di non aver ricevuto risposta. Safadi ha detto che la Giordania richiederà un’indagine su quanto accaduto. “È incomprensibile che vengano colpite anche le persone che cercano di offrire assistenza medica ai feriti”, ha commentato. Una dichiarazione del Ministero degli Esteri giordano afferma che Amman “ritiene le forze di occupazione israeliane pienamente responsabili di aver messo in pericolo la vita delle équipe mediche giordane”. Nell’intervista, Safadi ha affermato che “Israele ha l’obbligo legale di assicurarsi che gli ospedali e le loro vicinanze siano sicuri e che non vengano condotte operazioni militari che potrebbero mettere a repentaglio gli ospedali”.

07:18

Libano: Israele, bombardate postazioni e strutture Hezbollah

L’esercito israeliano ha affermato oggi di aver nuovamente attaccato ieri sera postazioni e strutture di Hezbollah in Libano. Secondo un comunicato delle Forze di difesa israeliane (Idf), tra gli obiettivi colpiti c’erano un deposito di armi, infrastrutture militari, posti di vedetta e posizioni di lancio, inclusa quella utilizzata ieri dall’organizzazione islamista per lanciare un missile anticarro verso la città israeliana settentrionale di Shlomi.

07:17

Israele: Macron, massimo impegno Francia per liberazione ostaggi

“Stiamo mettendo tutto il nostro impegno e tutte le nostre forze per liberare gli ostaggi tenuti da Hamas e permettere alle loro famiglie di riunirsi ai loro cari”: lo ha scritto ieri sera il presidente Emmanuel Macron in francese, inglese ed ebraico sul suo account X.



Source link



from News – My Blog https://ift.tt/v5IeXYp
via IFTTT